Avvertenze e Istruzioni per l’uso

Ammiro dal profondo del mio cuore annerito quelle anime generose che dicono  alla donazione degli organi. Ci vuole una certa dose di filantropia per regalare opportunità di vita ad altri, alla cessazione della propria. Io purtroppo non mi definirei esattamente un filantropo, anzi, questa spinta all’apoteosi dello “svuota tutto per cessata attività vitale”, io non ce l’ho proprio. Probabilmente sono uno stronzo egoista, ma l’idea di uno sconosciuto che bivacca coi miei organi interni, mentre io mi dedico all’hobby della putrefazione in una cassa di due metri per uno, proprio non mi va giù. Per quanto mi riguarda, se io schioppo, tu puoi venire serenamente con me. Potrei donare qualcosa ai miei pochi, rarissimi cari, ma per il resto… ho grandi cazzi a cui attaccarsi da regalare a tutti.

E’ una dichiarazione scomoda da fare in apertura ad un qualunque discorso che abbia una minima velleità di essere letto, lo riconosco, ma la trovavo emblematica per la restituzione dello spirito che animerà queste mie piccole, deliziose “pubblicazioni”.

Perché questo Blog nasce con l’intento di raccontare, di consegnare al mondo le peripezie del mio tragico, quanto fallimentare, tentativo di approcciarmi ad una relazione sentimentale duratura, e tutto il suo drammatico backstage. Perché voglio farlo? Perché la mia vita romantica di merda non deve restare una cosa mia. Io voglio darla a tutti voi, con lo stesso animo con cui mi terrò stretto i miei organi interni a putrefare con me sotto terra. Io sprofondo, e voi sprofondate con me.

Lo ammetto, non è solo questo ciò che mi spinge a questa torbida condivisione di drammi emotivi, ci sono ragioni più nobili, più personali, ma quelle verranno svelate più avanti. Per adesso vi basti questo avvertimento: proseguire con questa lettura significa naufragare con me in un oceano di merda in tempesta, senza salvagente, senza battelli in arrivo per il salvataggio. Jack non morirà assiderato per tenerci il culo al caldo su una chiatta di fortuna, non ci saranno fischietti in cui sfiatare flebilmente per chiamare i soccorsi. Qui il Titanic affonda e noi caliamo a picco come sassi insieme a lui. Potete ancora scegliere se seguire o meno gli sviluppi di queste vicende, sicuramente qualche risata a mie spese sarà garantita, ma certo è che chi mi accompagnerà da ora in avanti, non sarà soltanto un banale lettore, sarà a tutti gli effetti mio complice.

Cominciamo sto viaggio

Cit. Vincenza di C’è posta per te

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...